Si torna a scuola: l’istruzione spesso è un privilegio, non un un diritto

Giornata Mondiale della Solidarietà
Giornata Mondiale della Solidarietà: pensare al prossimo ci fa bene!
Agosto 30, 2021
Equinozio d’autunno: salutiamo l’estate e diamo il benvenuto all’autunno!
Equinozio d’autunno: salutiamo l’estate e diamo il benvenuto all’autunno!
Settembre 22, 2021
Share post

Oggi 13 settembre in Piemonte riprendono le lezioni nella scuola primaria e secondaria di primo e di secondo grado: 205 giorni in cui crescere e arricchirsi di nuove esperienze.

L’inizio della scuola nelle Regioni italiane

Le date di inizio possono variare a seconda della Regione di appartenza, qui di seguito l’elenco completo:
Lombardia: 13 settembre
Provincia di Bolzano: 6 settembre
Toscana: 15 settembre
Friuli Venezia Giulia: 16 settembre
Trentino: 13 settembre
Valle d’Aosta: 13 settembre
Piemonte: 13 settembre
Veneto: 13 settembre per elementari e medie; 16 settembre per le superiori
Puglia: 20 settembre
Calabria: 20 settembre
Lazio: 13 settembre
Molise: 15 settembre
Basilicata: 13 settembre
Abruzzo: 13 settembre
Liguria: 15 settembre
Emilia Romagna: 13 settembre
Sicilia: 16 settembre
Umbria: 13 settembre
Marche: 15 settembre
Sardegna: 14 settembre

Il diritto allo studio

L’accesso all’istruzione è quel passaggio che rende concreta l’uguaglianza tra le persone. Tu i bambini e i ragazzi di età inferiore ai 18 anni, sia italiani che stranieri, presenti in Italia hanno diritto all’istruzione.
Affinché queste non restino solo parole sono state fatte delle azioni in questo senso.
Il Decreto legislativo 63 del 2017 ha istituito un fondo ministeriale per l’erogazione di borse di studio destinate agli studenti a basso reddito della scuola secondaria di secondo grado, per contrastare la dispersione scolastica. 

Si torna a scuola: l’istruzione spesso è un privilegio, non un un diritto

Inoltre ogni anno il Ministero dell’Istruzione, le Regioni e gli Enti locali stabiliscono: 
-la ripartizione regionale delle risorse in base ai numeri forniti dall’Istat e all’indice regionale di dispersione scolastica
-le modalità di erogazione delle borse di studio con apposito Decreto del Ministro dell’Istruzione.
Le Regioni individuano ciascuna autonomamente i rispettivi studenti beneficiari e trasmettono l’elenco al Ministero per consentire l’erogazione dei contributi assegnati.
Si torna a scuola: l’istruzione spesso è un privilegio, non un un diritto

I libri di testo accessibili per tutti

Tra i compiti della Direzione generale per lo Studente l’Inclusione e l’Orientamento scolastico vi è l’erogazione del Fondo per la fornitura gratuita totale o parziale dei libri di testo, in favore degli alunni che adempiono l’obbligo scolastico, e per gli studenti della scuola secondaria superiore meno abbienti.


Le condizioni di partenza degli esseri umani sono diverse: non basta trattare tutti allo stesso modo, occorre dare a tutti le stesse opportunità e rimuovere i fatti di disparità.
Si torna a scuola: l’istruzione spesso è un privilegio, non un un diritto

L’istruzione è lo strumento per un mondo migliore

Povertà, fame, cambiamenti climatici, salute, istruzione: secondo le Nazioni Unite sono questi i temi principali su cui gli Stati devono investire per migliorare le condizioni economiche e sociali dei propri cittadini. 
Questi sono gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (OSM) e rappresentano i traguardi principali a cui la comunità internazionale deve ambire per avere un mondo più sicuro, sostenibile e interdipendente. 
Tutti i temi sono connessi tra loro, ma uno di essi si comporta come un moltiplicatore di risultati positivi: l’istruzione. 
Secondo l’ONU, infatti, un’istruzione più inclusiva e accessibile per tutti permetterebbe di ridurre le disuguaglianze, raggiungere la parità di genere, combattere la xenofobia, migliorare la salute delle persone e proteggere le risorse del pianeta. 

L’istruzione fa bene alla crescita economica

L’istruzione è anche un fattore di crescita per individui, aziende e governi. 
Un bambino, un insegnante, un libro, una penna possono cambiare il mondo”: queste le parole indimenticabili di Malala, la giovane studentessa pachistana che nel 2012 subì un attentato ad opera dei Talebani per aver voluto difendere il diritto allo studio delle bambine e delle ragazze del suo Paese. Malala ha ragione: è l’istruzione di qualità la base per migliorare la vita delle persone e raggiungere uno sviluppo equo e sostenibile.

Genesi Life augura a tutti gli studenti un anno scolastico proficuo e ricco di soddisfazioni e vi ricorda che investendo nella green economy potrete dare un contributo importante alla salute del Pianeta, assicurandovi un reddito costante per i prossimi 80 anni.

Saremmo felici di raccontarvi senza impegno il nostro progetto, chiedeteci info: www.genesilife.it/modulo-contatti/